Le donne protagoniste a Caracalla

Eroine del melodramma protagoniste: da Lucia di Lammermoor alla Butterfly

Caracalla si veste di rosa. È, infatti, un cartellone al femminile quello allestito dal teatro dell’Opera per la sua stagione estiva che propone a romani e turisti le contrastate vicende d’amore, poi sfociate nella tragedia e nella morte, di quattro figure femminili: Aida, Lucia, Madama Butterfly e Giselle. Il debutto è affidato alle musiche di Giuseppe Verdi. L’appuntamento con l’Aida è per il 10 luglio e lo spettacolo sarà dedicato a Altiero Spinelli, personaggio chiave nel processo di unità europea, del quale ricorre il centenario della nascita. Cinque le repliche successive di quest’opera in quattro atti: il 13, il 15 il 19, il 22 e il 24 luglio. A indossare i panni della schiava si alterneranno Maria Carola e Olga Romanko; la rivale Amneris viene interpretata da Laura Brioli e Renata Lamanda; l’amato Radamès avrà la voce di Franco Farina, Piero Giugliacci e Francesco Anile. Cura, invece, la regia Marzio Di Mattia, il libretto si deve a Antonio Ghislanzoni. La novità di quest’anno è uno scambio di repliche tra le tre opere così da concentrare in serate ravvicinate più titoli da offrire al pubblico. L’appuntamento con la prima di Lucia di Lammermoor è per il 18 luglio; quattro poi le repliche, il 20, il 23, il 29 e il 31 luglio. La protagonista dell’opera di Donizetti offre alla soprano Annick Massis la possibilità del debutto romano, l’amato Edgardo è affidato a Marius Brenciu e Maurizio Graziani. Lord Enrico ha invece la voce di Roberto Frontali e Giovanni Meoni. L’ultima opera, Madama Butterfly, debutta il 27 luglio, seguono quattro repliche, il 30 dello stesso mese, e poi il 1, il 2 e il 3 agosto. La parabola triste della geisha giapponese è il terzo titolo con il quale l’Opera omaggia quest'anno Giacomo Puccini a 150 anni dalla nascita. Molti i nomi italiani in questo spettacolo: Amarilli Nizza e Susanna Branchini si alternano nei panni della giovane donna sedotta, abbandonata e suicida; la cameriera Suzuki è Renata Lamanda, e Walter Borin e Francesco Grollo interpretano Pinkerton. La stagione si chiude con un balletto in due atti, tra i più famosi del repertorio classico, Giselle, ennesima follia d’amore. Debutta il 9 agosto e si replica il 10, il 12, il 13 e il 14 agosto.