Le donne tutte curve sono una vera droga: parola di scienziato

Uno studio pionieristico dimostra<BR> che le forme morbide delle belle signorine<BR> stimolano le stesse zone del cervello<BR> influenzate dagli stupefacenti più potenti

Matteo Sacchi
Altro che il fisico esile alla Kate Moss o le modelle al limite dell'anoressia: l'uomo è attratto dalle curve, al punto che vedere una foto di una donna formosa aumenta l'attività dei centri del cervello legati alle ricompense, gli stessi attivati dalle droghe. È il risultato di uno studio dello statunitense Georgia Gwinnett College pubblicato da Plos One. Per lo studio è stato chiesto a 14 uomini di circa 25 anni di guardare delle foto di donne prima e dopo un intervento di chirurgia estetica che ne ha aumentato le forme senza variare il peso corporeo. Monitorando l'attività cerebrale dei soggetti è emerso che le curve più sinuose aumentavano l'attivazione dei centri legati all'elaborazione delle ricompense, il nucleus accumbens e la corteccia cingolata anteriore, gli stessi che vengono «eccitati dall'assunzione di droghe».
«Le curve sono la carta vincente - afferma al quotidiano Atlanta Journal Steven Platek, l'autore della ricerca il quale nell'intervista rivela anche che non è stato difficile trovare i volontari da studiare - e questo è dovuto al fatto che l'uomo percepisce questo tipo di fisico come il più adatto a generare una prole in buona salute».