In dono all’Islam la Yad biblica

Alla fine della visita alla moschea Leone Paserman, presidente della comunità ebraica romana ha donato al segretario del centro culturale islamico Abdellah Redouane una piccola mano di legno a braccio lungo che serve, nel culto ebraico, per tenere il segno sulla Toràh (Antico Testamento). Redouane ha ironizzato: «Diciamo che è per indicare la luce». «Credo - ha detto Paserman - che se la maggioranza della comunità islamica di Roma riflette sulle parole di Redouane circa la cultura della vita, la lotta contro l'antisemitismo e l'islamofobia, ciò avrà certamente dei risvolti positivi e significativi». Anche il portavoce della Comunità ebraica romana Riccardo Pacifici è fiducioso: «Spero che questo momento non rappresenti soltanto “una foto di gruppo”, ma che possa aprire i cuori e le menti dei fedeli ebrei ed islamici affinché possano guardarsi con minor sospetto e capire da dove si può cominciare per risolvere i problemi e mandare un messaggio di pace in Medio Oriente».