Doping e rugby l’ex segretario Fir alla Procura Coni

Roma. La Procura Antidoping del Coni ascolterà lunedì 15 ottobre alle 11 l’ex segretario della Federugby Claudio Perruzza. La convocazione di Ettore Torri è in merito alla vicenda di Fabio Staibano, l’azzurro risultato positivo per metaboliti della cannabis ad un controllo disposto dalla Fir. Il test era stato effettuato presso un laboratorio privato di Milano. Era stato lo stesso Perruzza a inviare una lettera al Coni sulla presunta violazione del tesserato. Da pochi giorni l’ex segretario federale aveva ricevuto una lettera di trasferimento, probabilmente a causa del braccio di ferro con il presidente Dondi su alcune promozioni in seno alla Fir (la lista dei nomi di Perruzza non coincideva con quella del massimo dirigente). Prima della decisione del procuratore Torri, il componente della Giunta Coni Claudio Barbaro aveva chiesto di sapere «quali provvedimenti fossero stati adottati dai responsabili della Fir sul caso, adombrandosi, in caso contrario, precise responsabilità».
A Milano, intanto, è stato presentato il campionato che scatterà domani con l’anticipo tra il neopromosso Casinò Venezia e i campioni d’Italia della Benetton Treviso (ore 14.30, diretta su Sky sport 2)