Doppia illusione: la Samp scopre subito quanto è dura la serie B

Falsa partenza per la Samp. I blucerchiati non vanno oltre il pari (2-2) a Marassi contro il Padova, alla «prima» della stagione in serie B. Bertani illude a fine primo tempo, poi l'ex genoano Milanetto (proprio lui...) firma il pari per i veneti in avvio di ripresa. Spettacolare punizione di capitan Palombo per il 2-1, quindi il definitivo pari di Schiavi su azione da corner. I
I 22 mila di Marassi avrebbero meritato sicuramente qualcosa di più.
ROMERO 6 non può far nulla sul gol di Milanetto – un'autentica prodezza al volo – e tutto sommato non ha colpe specifiche sul 2-2 firmato da Schiavi. Due reti subite sempre sugli sviluppi di corner, con la difesa immobile. Al suo esordio blucerchiato, dopo soli tre giorni di allenamenti a Bogliasco fa quello che può non i miracoli.
VOLTA 5,5 alterna cose buone ad altre meno brillanti. Sul corner di Marcolini da cui nasce il pari di Schiavi però non fa nulla per evitare il gol.
COSTA 5,5 avvio affannoso, con una chiusura (fallosa) su Ruopolo che gli costa il cartellino giallo. Un po' meglio nella ripresa, nei duelli con Lazarevic. Ma è da un buco al centro che scaturisce la rete di Schiavi.
ACCARDI 6 è il giocatore di maggiore esperienza, nella difesa di Atzori, e spesso si da sentire dai compagni.
PADALINO 6,5 talvolta si fa prendere dalla frenesia e sbaglia qualcosina, ma le sue incursioni sulla fascia destra rappresentano un pericolo costante per il Padova. Dai suoi piedi l'assist al bacio per la traversa di Pozzi nel secondo tempo.
PALOMBO 6,5 dalle lacrime col Palermo per la retrocessione allo splendido gol su punizione contro il Padova, alla prima in serie B. Ma non basta per portare a casa i primi tre punti della stagione.
OBIANG 5,5 Atzori lo premia, mandandolo in campo dal primo minuto al posto di Dessena (e con Poli out per infortunio), ma la sua prestazione è piuttosto pasticciata. Non è certo il regista ideale per una Samp che punta al ritorno in A.
CASTELLINI 5,5 soffre molto la freschezza e i colpi di Cutolo, che soprattutto nel primo tempo lo “brucia” spesso in velocità. Non pare dare ampie garanzie sulla corsia mancina.
KOMAN 5 è la novità dell'ultimo minuto in formazione, Atzori lo preferisce a Semioli nel tridente offensivo. Ma l'ungherese – troppo disorientato e con le idee confuso – non ripaga la fiducia del mister. Mangiandosi anche il gol del possibile 3-1, su assist di Bertani.
(s.t. 25' SEMIOLI s.v.)
POZZI 5 si sbatte come un dannato là davanti, ce la mette tutta per trovare la via della rete ma non gliene va mai bene una. Scheggia subito la traversa su azione da corner nei primi minuti, poi manca l'1-0 su lancio di Padalino e quindi, nella ripresa, colpisce un altro legno da posizione invitante. Poi si fa cacciare. Ma gli attaccanti devono fare gol.
BERTANI 7 apre le marcature con un gol di grande furbizia, approfittando di un'incertezza tra Schiavi e Renzetti, in chiusura di primo tempo. E sino a quando resta in campo si dimostra una spina nel fianco della difesa padovana.
Serve anche una palla d'oro a Koman, ma l'ungherese sbaglia il gol che avrebbe forse potuto chiudere la partita. Discutibile la scelta di Atzori di richiamarlo in panchina alla mezz'ora della ripresa, per far entrare Maccarone.
(s.t. 29' MACCARONE s.v.)
ATZORI 5 le novità in formazione (Obiang e Koman) non convincono. E nemmeno la sostituzione di Bertani. Questa Samp, poi, non sembra ancora avere il carattere giusto per la risalita.