«Doppia nazionalità agli iscritti»

da Roma

Il Presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, ha presentato ieri al Senato un disegno di legge per garantire la doppia cittadinanza (italiana ed israeliana) a tutti gli iscritti all’Unione delle comunità ebraiche italiane. «Il cittadino straniero che venga iscritto nell’Ucei acquista di diritto la cittadinanza italiana a sua domanda, da presentare tramite l’Unione al ministero dell’Interno, mantenendo altresì la cittadinanza israeliana se già ne sia titolare». È questo il contenuto del disegno di legge presentato al Senato da Cossiga che, nella relazione al provvedimento, dice di condividere le parole di Claudio Morpurgo, presidente dell’Unione delle comunità ebraiche, sull’esigenza di un legame tra Italia e Israele che sia «più attivo» e «non solamente di Stati ma di popoli». Composto di tre articoli, il ddl prevede pure che la cittadinanza italiana sia acquisita, con lo stesso diritto a mantenere quella israeliana, anche dalla moglie e dai figli minori.