La doppia pasta di Papastathopoulos

LORD BRUMMELL. Fabrizio Failla (Martedì Champions, Raidue): «Tra Mutu e la Fiorentina nessun problema?». Adrian Mutu: «No, quello che è uscito è solo una gran stronzata».
MOSCA CIECA. Carolina Morace: «Quando faccio le pagelle levo il numero e il nome del giocatore».
CHE ARSENALE. Salvatore Bagni (50’ Inter-Werder Brema, mercoledì Raidue): «Il Werder ha tante lance nel proprio arco». Gianni Cerqueti: «Lance, frecce». Salvatore Bagni: «Tutto».
IL QUIZZONE. Gianni Cerqueti (dopopartita): «L’Inter domenica ha perso col Milan, stasera ha pareggiato col Werder. Vedi un minimo comun denominatore comune?». Salvatore Bagni: «No, assolutamente».
APELLE FIGLIO D’APOLLO. Francesca Sanipoli a Luciano Spalletti: «Lei sente a pelle o anche non a pelle che questa potrebbe essere la partita decisiva per la Roma?».
CAMPIONISSIMO. Angelo Carbone (29’ Zurigo-Milan, giovedì Odeon Tv): «Ovazione per Maldini. Nel mondo si parla un granché bene di lui».
CHE BRAVO. Angelo Carbone (42’): «Antonini sta giocando una partita veramente molto applicato, si sta comportando in maniera molto egregia».
QUASI RETE. Angelo Carbone (44’): «Peccato, era un gol bellissimo se fosse accaduto».
SIAMO D’ACCORDO. Claudio Raimondi (sintesi di Inter-Bologna, Guida al campionato, sabato Rete 4): «Ha deluso soprattutto Quaresma, sempre più oggetto misterioso». Le pagelle di Simone Malagutti: «Quaresma: 6».
LEZIONE DI ANATOMIA. Marco Foroni (34’ Juventus-Palermo, domenica Sky Sport): «Amelia ha un problema all’avambraccio della mano destra. Del braccio destro, evidentemente».
DOPPIA PASTA. Marco Cattaneo (43’ Genoa-Napoli): «Pastapastathopulos, il nome non è quello che ho detto io, ma il gol è suo: Pa-pa-sta-tho-pou-los».
MAGICO ALEX. Marco Foroni (46’): «Qui guadagna un calcio di punizione Del Piero: fallo su Migliaccio e calcio di punizione per il Palermo».
QUANTE CHIACCHIERE. Lucio Rizzica (80’ Reggina-Catania): «Carmona va a dire qualcosa anche con le mani a Terlizzi».