Una doppia sfida a Piacenza, prima i politici poi gli aquilotti

da La Spezia

Sarà uno Spezia caricato dal primo successo stagionale, a spese del Frosinone, quello che si appresta alla quarta trasferta stagionale a Piacenza, con un avversario che ha gli stessi punti (3) in graduatoria. Si gioca oggi alle 16 con lo Spezia che schiera tra i convocati anche Ribas (maglia numero 27). Soda ha un unico dubbio: Eliakwu o Do Prado al posto di Manzoni, poi sarà lo stesso Spezia che ha battuto il Frosinone.
Il Piacenza dell’accoppiata Gian Marco Remondina-Felice Secondini (una sola vittoria interna con il Bari e ben cinque sconfitte), subito dopo l’incontro casalingo perduto in extremis con il Lecce si deve garantire almeno un punto indispensabile anche se si presenterà quasi sicuramente senza Simon, indisponibili sicuri anche Cacia, Nef e Stamilla, oltre ad Abbate e Petrascu squalificati. La squadra biancorossa dovrebbe presentarsi con un 4-2-3-1. La gara Piacenza-Spezia, allo stadio «Leonardo Garilli», è affidata alla direzione arbitrale di Francesco Squillace di Catanzaro.
Intanto questa mattina a Piacenza secondo appuntamento del campionato parallelo tra la rappresentativa calcistica dei politici spezzini e quelle degli amministratori delle città che partecipano al campionato di serie B. Prima del match tra i bianchi di Soda e i biancorossi emiliani, scenderanno quindi in campo, alle 11.30, i rappresentanti dei consigli comunali e delle circoscrizioni dei due capoluoghi.\