Una doppietta di Adailton firma il riscatto del Genoa

(...) e sale momentaneamente al secondo posto di classifica.
Rossoblù subito sul velluto con una magia su punizione di Adailton al primo minuto: Coppola toglie la palla dalla porta quando aveva già superato la linea bianca. Il Piacenza, che è una buona squadra, reagisce con Rantier che coglie il palo alla destra del rientrante Barasso. Poi c’è un salvataggio sulla linea di De Rosa ed un gol annullato a Stamilla per un evidente fuorigioco che manda su tutte le furie il nervoso Iachini che giustamente viene espulso. Il Genoa subisce in po’ e De Rosa si fa male in uno scontro. Gasperini lo deve sostituire ed inserisce Longo a centro campo. La partita cambia con i rossoblù che sfiorano il raddoppio soprattutto con Zeytulaev.
Nella ripresa è subito Genoa con Coppola che si conquista un rigore che Adailton trasforma. La partita viene gestita dai rossoblu con autorità e l’unico brivido lo porta il rientrante Cacia a cui sta volta viene annullato un gol che sembrava regolare.
Il tecnico Gasperini negli spogliatoi soddisfatto: «Abbiamo vinto meritatamente grazie ad un lavoro di gruppo importante. Il Piacenza non deve recriminare perchè siamo stati superiori. E poi secondo me c’era anche un rigore su Adailton nel finale».
E anche lo stesso brasiliano partecipa ai sorrisi di fine partita: «Sono soddisfatto della mia prestazione e ancora di più di quella dell’intera squadra. Non era facile vincere questa partita, soprattutto dopo la sconfitta di Modena e alla serie di guai che ci sono capitati. Io centravanti? Preferisco giocare da esterno anche perché Greco e Figueroa sono fortissimi».
Ecco le pagelle dei giocatori in campo.
BARASSO 6: rientra alla grande con un paio di uscite che danno sicurezza a tutti ma poi si complica la vita con ingenuità madornali. Bravo nel finale su Rantier.
BEGA 6,5: puntuale e preciso nelle chiusure, fondamentale quando sostituisce De Rosa. Dal 25’ s.t. Stellini s.v.
DE ROSA 6: la sua partita dura poco più di mezz’ora dove salva un gol fatto poi si fa male immolandosi su un avversario per rimediare ad un errore di Barasso. Dal 35’ Longo 7: la mossa di Gasperini che manda in campo il centrocampista è il paspartout del match.
CRISCITO 6,5: qualche sbavatura anche tante cose buone. Una conferma.
ROSSI 7,5: Gasperini ha parole soprattutto per lui perchè gli fa fare in 90 minuti il mediano, il difensore e l’ala sinistra. Un jolly vincente.
COPPOLA 7,5: conquista decine di palloni e pure il rigore della sicurezza.
BOTTA 6,5: tanta sostanza e qualche colpo di qualità.
FABIANO 6,5: anche a lui finita la gara gli dovrebbero fare il tagliando visti i chilolmetri che macina.
ADAILTON 7,5: il brasiliano firma la vittoria con freddezza sui calci piazzati e con intuizioni tecniche che valgono il prezzo del biglietto.
ZEYTULAEV 6,5: il suo inizio è da incubo con palloni sprecati a vanvera. Poi l’uzbeko si riprende e giustifica il suo accquisto. Può solo che migliorare. (Dal 18’ Biasi 6,5: nel fortino fa bella figura. Basta questo).
SCULLI 6: tanta volontà ma troppi errori. Forse è stanco.
GASPERINI 8: fa professione di umiltà e manda i meriti ai giocatori ma legge le partite come pochi e punta sempre a cercare il raddoppio piuttosto che difendere il vantaggio: coraggioso.
Arbitro SQUILLACE 6: qualche ombra sul gol annullato a Cacia sul 2-0 ma tiene in pugno il match ammonendo sette giocatori e soprattutto espellendo l’indisponente Iachini.