Una doppietta per dimenticare i guai

da La Spezia

L'urlo liberatorio di Max Guidetti è la foto più bella dello Spezia. Il successo di ieri, 2 a 0 sul Messina nel secondo confronto casalingo consecutivo, è la reazione migliore ad una settimana critica. Gli aquilotti trovano la vittoria davanti agli occhi del presidente Giuseppe Ruggieri che torna in tribuna dopo tanta assenza e porta fortuna ai suoi. Il successo si materializza al 34' del primo tempo quando Guidetti dribbla tutta la difesa avversaria e scarica in rete un pallone carico di rabbia per il gol numero 53 in maglia bianca. A completare l'opera ci pensa Saverino che al 24' del secondo tempo trasformando il rigore concesso per atterramento di Biso.
Da segnalare che pochi istanti del gol Guidetti aveva colto in pieno il palo interno con tiro dalla distanza. Per gli ospiti da registrare solo un tiro di Cordova alla fine del primo tempo che Dazzi, ieri al rientro dal primo minuto, controlla con prontezza ed un liscio di Biancolino a porta vuota su invito di un compagno al 12' della ripresa.
DAZZI 6.5: il portierino ritorna al suo posto dopo due turni di assenza per infortunio. È pronto e reattivo e al 15' non si fa soprendere da un velenoso corner diretto in porta di Cordova. Parata da manuale su tiro di Cordova al 41'. Bene così.
PADOIN 6: contro il Messina il jolly è lui. Soda lo mette sulla corsia di destra e se la vede con Degano. Come al solito freddo e pronto a servire al meglio il suo mister.
BIANCHI 7: alfiere della difesa. E' sempre di più l'uomo forte del pacchetto arretrato di Antonio Soda. Una vera sicurezza e rivelazione del campionato.
CECCARELLI 6: parte dall'inizio e i compagni lo aiutano nel difficile ruolo di centrale. Prova sufficiente. Fa il suo in una zona molto delicata.
GIULIANO 6.5: va a sinistra. Copre e attacca e tiene d'occhio Degano che con lo Spezia ha sempre fatto bene. (dal 47' s.t. Barabino: s.v. : presenza).
BISO 6.5: con Saverino davanti rende molto di più. Può dettare i tempi con maggiore sicurezza ed andare al tiro come al 19'.
DO PRADO 7: quando è in giornata i difensori passano dei brutti pomeriggi. Svaria su tutto il fronte offensivo e con un pallonetto al 28' rischia il gol del vantaggio (dal 35's.t. Eliakwu:s.v. un 'altra presenza).
FIETTA 6: appare più vivo delle altre volte. Si spinge anche in avanti cercando il tiro a rete.
SAVERINO 6.5: è l'animo del centrocampo spezzino. Quando è in campo la differenza si vede sia in termini di grinta che di occasioni gol. Prova il tiro dalla distanza più volte con coraggio. Non è fortunato. Ma dal dischetto è implacabile.
GORZEGNO 6.5: l'almanacco Panini deve cambiare il suo ruolo. Ormai è un attaccante esterno di ruolo. E lui si trova bene visto che propone e finalizza. Peccato per l'espulsione ad un minuto dalla fine.
GUIDETTI 7.5: cerca il gol da tutte le posizioni. È in grandissima condizione ma la sfortuna ci mette lo zampino e gli strozza in gol l'urlo del gol. Palo interno al 18'. Lui si rifà al 34' con un dribbling ubriacante in area e puntata finale.
All. SODA: 7. Da allenatore potrebbe trasformarsi in guru. Più si complicano le cose più la squadra rende sul campo. Se ha una ricetta segreta va sicuramente brevettata.