Una doppietta di Di Natale risponde a Juve e Ibra

Udine. Al Friuli l’Udinese risponde a Juventus e Milan, ci pensa ancora una vola Di Natale in una partita che non passerà alla storia di questo campionato come fra le più belle. Ma erano più importanti i tre punti dopo i due ko consecutivi.
Guidolin ha provato a modificare l’assetto tattico, al posto di Floro Flores c’è Abdi alle spalle di Di Natale nel consueto 3-5-1-1, dove Basta e Armero sulle rispettive fasce giocano molto alti. Udinese subito padrona del campo, il risultato però si sblocca su una classica azione di contropiede susseguente a un angolo a favore del Catania. Isla esce palla al piede dalla sua area, galoppa per tre quarti di campo e arrivato al limite dell’area serve l’assist centrale per Armero, palla a Di Natale a un passo dalla linea di porta, tiro deviato da Izco, 1-0.
Nell’intervallo Guidolin lascia negli spogliatoi Pinzi, alle prese con un fastidio al polpaccio, al suo posto Pasquale con Armero al centro. Il Catania spinge, Handanovic tiene il risultato e ancora Di Natale sistema tutto con un sinistro al volo spettacolare per potenza e precisione. Nel finale due episodi da moviola per un dubbio intervento di Almiron nell’area siciliana e il rigore per un fallo di Fernandes su Catellani appena entrato in area. Dal dischetto trasforma Lodi al quarto minuto di recupero. Il Catania molto spregiudicato mandato in campo da Montella con Barrentio, Bergessio e Gomez, ha mostrato grosse carenze proprio in fase offensiva.
Deludente zero a zero nel derby emiliano fra Parma e Bologna. Laconico il commento di Roberto Donadoni sul suo Parma: «Siamo stati bravi a contenere, ma poco incisivi e propositivi in attacco. Siamo ancora troppo timorosi». Finisce senza reti anche la sfida tra Cagliari e Fiorentina, iniziata con mezz’ora di ritardo a causa della protesta dei lavoratori dello stabilimento Alcoa di Portovesme che hanno ritardato l’arrivo allo stadio dei pullman delle due squadre. É l’unica nota da segnalare perché Cagliari e Fiorentina hanno fatto zero per onorare il loro incontro, nessun gol e nessuna emozione.