Doppio corteo di protesta per cassintegrati Fiat e gay

Circa 400 gay ieri hanno sfilato per le strade di Sanremo dopo le polemiche innescate dal brano di Povia. Il presidente dell'Arcigay, Aurelio Mancuso, ha detto: «Questo corteo non è contro nessuno. Ognuno è libero di dire quel che vuole, anche di cantare stupidaggini ma vogliamo dire che siamo come voi: siamo i vostri medici, i vostri idraulici, i vostri fratelli». Anche gli operai in cassa integrazione della Fiat di Pomigliano hanno manifestato a Sanremo. «Dalla crisi - ha detto Francesco Percuoco della Fiom - deve uscire un'Italia più giusta».