Un doppio Flachi e la Samp adesso spera in Coppa Italia

La squadra di Novellino vince a fatica contro il Cagliari. Il fantasista blucerchiato segna il 2 a 1 al quinto minuto di recupero e corre ad abbracciare il Mister

Federico Casabella

La Sampdoria passa a fatica ai quarti di finale della Coppa Italia. Forte dell’1-1 dell'andata, la squadra di Novellino elimina il Cagliari dopo una partita soporifera che vede i portieri quasi spettatori in campo. Prossimo avversario di coppa, l' Udinese di Serse Cosmi.
Nonostante il freddo e il periodo non esaltante della squadra, la Sud c’è. I tifosi, circa 8mila con la gradinata quasi esaurita, non fanno mancare il sostegno alla squadra e se la prendono con la terribile condizione del campo del Ferraris. Anche in questa occasione infatti, il «prato» dello stadio si presenta nel suo aspetto peggiore ed è salutato da uno striscione dei distinti: «Comune vergogna, basta campi di patate».Prima azione pericolosa per la frenetica squadra di Sonetti che, con un veloce scambio tra Cocco e Langella, si fa trovare al limite dell'area blucerchiata con conclusione di quest'ultimo che Castellazzi respinge a fatica. Al 28' discesa della Sampdoria sulla corsia di sinistra, Tonetto serve Kutuzov che parte largo, cerca di accentrarsi e, sul limite dell'area, lascia partire un tiro potentissimo che scheggia la traversa. Il gioco non è esaltante: più veloce ma impreciso quello del Cagliari, macchinoso e prevedibile quello della Samp. Faticano i blucerchiati a imporre il proprio metodo e soffrono in fase difensiva quando gli esterni rossoblu provano ad affondare. Non riescono neanche i cross dalla trequarti, così che Colombo e Flachi rimangono totalmente isolati. Nella ripresa la Samp controlla di più e chiude ogni spazio in difesa. Nessuna azione pericolosa fino al momento della rete dell'1-0. Al 78' Tonetto si fa tutta la fascia sinistra, entra in area e serve Flachi che, con un esterno destro ipnotizza Campagnolo. Doccia fredda al 90' quando Gobbi, di testa, trova il pareggio che gela il Ferraris. Neanche il tempo di esultare per i tifosi del Cagliari, che Francesco Flachi, trova, con una azione personale in semirovesciata, il gol della qualificazione.
Castellazzi voto 6: poco impegnato, interviene su una pericolosa conclusione di Langella nel primo tempo
Zenoni voto 5.5: solitamente scorrazza sulla fascia destra in tutta tranquillità, stasera rimane arretrato e i suoi cross a centro area mancano perché, non saranno sempre fonte di conclusioni da rete, ma quanto meno creano
Castellini voto 6: qualche sofferenza nel primo tempo quando Cocco e Cossu si propongono con assiduità in fase offensiva. Nella ripresa prende le misure e chiude ogni spazio.
Sala voto 6: controlla la situazione e, nel finale di gara, recupera una palla pericolosa su Gobbi.
Tonetto voto 6: controlla la fase difensiva, è impegnato da Langella che lo tiene bloccato nella zona arretrata. In avanti si spinge poco. Nell'unica discesa crea il gol dell'1-0.
Diana voto 5.5: brutta copia del Diana visto prima di Natale, dopo quella con il Livorno, delude anche in questa gara. Non offre mai spunti per qualche azione di rilievo, nè cerca di andare sul fondo per cercare.
Volpi voto 6: gioca con la consueta autorevolezza controllando il gioco in mezzo al campo. Vicino a lui, non fa emozionare l'esordiente Mingozzi. Si fa ammonire nel secondo tempo, quando si scarifica per fermare Cossu che si stava involando pericolosamente verso l'area blucerchiata.
Mingozzi voto 6.5: esordio positivo, non deve fare gli straordinari ed ha vicino un giocatore che regala tranquillità come Volpi. Composto e deciso, potrebbe tornare utile alla Samp durante questa stagione.
(dal 64') Dalla Bona sv: svolge il suo compito senza mai provare a fare qualcosa di più.
Kutuzov voto 5: continua il suo momento poco positivo. Gioca tutta la gara da esterno, che non è il suo ruolo, ma i guizzi e le falcate palla al piede, caratteristiche del gioco del bielorusso lo scorso anno, sono solo un lontano ricordo.
(dal 87') Pavan sv
Flachi voto 7: non riceve palloni giocabili, ma non si danna neanche l'anima per cercarne. Trova però due colpi d'autore, prima d'esterno destro, poi in mezza rovesciata, che dimostrano le qualità e la fantasia di questo giocatore.
Colombo voto 6: tanta voglia di mettersi in luce. Corre, torna a difendere e, al 15' del secondo tempo, Campagnolo gli nega la gioia del gol su un perfetto colpo di testa.
(dal 74') Bazzani sv
Novellino voto 6: Incita la squadra, cerca di trasmettere la consueta grinta che lo contraddistingue. Troppo importante per lui questa gara, chiama a gran voce, uno per uno, i suoi uomini dispensando consigli tattici.