Doris: in febbraio boom di raccolta

Mediolanum

Febbraio si è concluso in modo più che soddisfacente per Ennio Doris, amministratore delegato di Mediolanum. «Abbiamo chiuso con una raccolta netta molto bella, di 284 milioni, che in un mese negativo a livello di sistema ci pone alle spalle solo di una multinazionale come Pioneer». Ai 70 milioni realizzati dai fondi aperti la raccolta del gruppo unisce anche i 214 milioni del fondo comune immobiliare Mediolanum Real Estate. «È un prodotto nuovo - ha detto Doris all’agenzia il Sole 24 Ore Radiocor - che abbiamo inserito nel portafoglio dei nostri clienti in un’ottica di diversificazione degli investimenti. Quindi, per riequilibrare i portafogli, in questi mesi abbiamo dirottato sul fondo immobiliare una parte importante della raccolta». Il patrimonio del fondo ha superato i 220 milioni e le sottoscrizioni sono chiuse. Restano però le finestre di apertura che consentiranno ogni sei mesi nuove adesioni.