Doris: Mediolanum continua a fare utili e la crisi finirà

Mediolanum ha chiuso il 2008 con un andamento dell’utile netto grosso modo in linea con quello registrato nei primi 9 mesi dell’anno scorso e forse anche un po’ migliore. L’amministratore delegato Ennio Doris rassicura il mercato sulla buona salute del gruppo (+2,2% ieri il titolo in Piazza Affari) che a settembre 2008 aveva raggiunto un utile netto di 103,5 milioni, rispetto ai 155,2 milioni di un anno prima. Quest’anno Mediolanum conta di fare meglio anche se molto dipenderà «dall’andamento dei mercati finanziari», ha proseguito Doris a margine dell’Italian financial services conference, organizzata a Milano da Ubs.
In ogni caso «quando ci sarà la svolta, vista la composizione dei nostri portafogli, noi ne beneficeremo in maniera molto importante. Se succederà quest’anno, come molti prevedono, bene: faremo grandi risultati. Se succederà nel 2010 basterà aspettare», ha precisato il numero uno di Mediolanum. Positivi intanto i segnali sui flussi di raccolta: il 2008 si è chiuso con un incremento del 55%. «Una cosa incredibile. A noi quest’anno basta fare altrettanto», ha aggiunto il banchiere precisando che Mediolanum non ha «mai avuto un calo dei flussi». Doris si è, infine, mostrato fiducioso sul superamento della crisi dell’economia mondiale: «La crisi finirà, la gente ha fiducia». «Penso che il 2009 dal punto di vista dell’economia reale sarà l’anno peggiore dal dopoguerra. Però dal punto di vista degli investimenti potrebbe essere uno dei migliori. Ricordiamoci che le Borse anticipano i cicli economici. I mercati rimbalzeranno prima che ci sia la ripresa».