Dorme sul metrò e cade dal vagone

La giornata di lavoro era stata lunga, e si sa, l’andamento del treno del metrò a volte concilia il sonno. Così un quarantaseienne italiano l’altra sera per un colpo di sonno ha rischiato grosso anche se non era alla guida di una macchina. L’uomo, alle 20.20 era sulla metropolitana che viaggiava in direzione Brin, a Rivarolo. Stava rientrando a casa dopo una giornata particolarmente pesante e si è appisolato. Un dormiveglia che a un certo punto si è interrotto forse proprio a causa del segnale del convoglio che stava ripartendo. Svegliato di soprassalto la metropolitana stava lasciando la stazione di Dinegro, l’uomo ha capito di aver perso la possibilità di scendere ma, ancora assopito, ha aperto la porta con il comando d'emergenza mentre il treno era già in movimento. Il macchinista, accortosi dell'apertura d'emergenza della porta, ha attivato le procedure per l'arresto immediato del treno. Nel frattempo lo sbadato passeggero, è sceso dal mezzo ma, inavvertitamente, è caduto nello spazio tra la banchina e il vagone. Risultato: qualche livido per l'uomo 15 minuti di ritardo per il treno e una denuncia per interruzione di pubblico servizio.