DOSSIER RIAPERTO

I Cantieri San Lorenzo riaprono il «dossier Baglietto». Lo ha confermato il presidente Massimo Perotti che ha inviato una lettera al sindaco della Spezia per riaprire la partita. «Ho informato il sindaco del fatto che non abbiamo presentato un’offerta ma, dopo fine ottobre, siamo disponibili a sederci intorno a un tavolo e ragionare - ha detto Perotti - In questa situazione di paralisi, dove Sanlorenzo sembra l’unico cantiere al mondo che cresce, fa investimenti immobiliari e compra, è difficile che ci sia qualcuno disposto a prendersi l’intero pacchetto. Il prezzo è troppo alto per un cantiere vuoto e organizzato su tre sedi. Perché sia possibile venderlo a pezzi bisogna adeguare il prezzo alla realtà. Baglietto è un marchio italiano storico che ci piacerebbe far rivivere. Ma è un cantiere acefalo, senza gruppo dirigente, senza un prodotto, fallito già tre volte. Ci vogliono almeno dieci anni per rimetterlo in piedi, con un investimento di 10 milioni di euro».