Al Douri nominato presidente iracheno dal Baath in esilio

Amman. Giustiziato Saddam Hussein, l'ex numero due del regime, Izzat Abraim al-Douri, diventa «il legittimo presidente dell'Irak e il capo delle forze armate». Il proclama è della finora sconosciuta “Alleanza dei cittadini di Bagdad”, composta da fedelissimi del rais, baathisti iracheni datisi alla clandestinità.La nomina del nuovo presidente è annunciata in un comunicato diffuso dal ramo giordano del Baath, il partito di cui Saddam fu il capo. Al Dhouri è sparito dopo la caduta del rais, nel 2003, ma si pensa che sia ancora alla guida della ribellione sunnita in Irak: sulla sua testa c'è una taglia di 10 milioni di dollari.