Ma dov’è la crisi dell’auto se si spendono 34 miliardi?

Le vendite di auto languono, i concessionari hanno l’acqua alla gola, le case si lamentano. Insomma, il mercato è in crisi, in Italia come in Europa. Ci sono, però, dei «ma». I top manager alla guida delle aziende parlano di dati in crescita, di nuovi obiettivi da raggiungere. E i numeri che vengono snocciolati, a parte quelli forniti dalla Motorizzazione sulle immatricolazioni mensili, contrastano con il piagnisteo generale. Ad avvalorare quello che stiamo dicendo saranno alcuni dati che domani, nell’ambito dell’evento «La Capitale Automobile», in programma a Roma e organizzato da Fleet&Mobility di Pier Luigi del Viscovo, verranno diffusi. Il più eclatante: c’è crisi, ma gli italiani continuano a spendere. Quest’anno, con gli incentivi part time (3 mesi), l’ammontare sarà di poco inferiore ai 34,8 miliardi del 2009. C’è qualcosa che non quadra.