Dove sono i nuovi 16 sorpassometri

Anna Astrella

da Roma

Al via le grandi partenze estive. Da oggi, e fino al prossimo 5 settembre, 110mila veicoli invaderanno le autostrade italiane. Così il gruppo Autostrade si prepara a garantire un viaggio tranquillo ai vacanzieri. Le iniziative per migliorare la sicurezza e la fluidità del traffico sono state presentate ieri dall’amministratore delegato della società, Giovanni Castellucci, che ha esposto i punti salienti del nuovo «patto per la sicurezza» dell’estate 2005.
La prima grande novità dell’esodo riguarda l’istallazione del «Safety tutor», il sistema per il rilevamento della velocità media. I primi portali verranno attivati sulle principali autostrade e la gestione esclusiva del sistema sarà affidata alla Polizia stradale. Per cercare di gestire nella maniera migliore l’esodo estivo sono previsti anche interventi sui cantieri: ne resteranno aperti solo 20 rispetto ai 140 giornalieri.
L’impegno di Autostrade - insieme ad Anas, Polizia stradale e ministero per le Infrastrutture - è rivolto soprattutto a garantire degli alti standard di sicurezza ai viaggiatori che percorrono la penisola. Per questo la società si è impegnata a realizzare una più ampia copertura con asfalti drenanti (dal 37,3 al 48%); a predisporre 105 chilometri in più di barriere spartitraffico e a chiudere tutti i by-pass che spesso hanno causato invasioni delle corsie opposte.
Un provvedimento chiave nell’ambito della sicurezza è rappresentato dall’inserimento, da parte della Polizia stradale, di nuovi sorpassometri. Si tratta di strumenti per il rilievo automatico delle infrazioni commesse dai mezzi pesanti lì dove per i camion esiste il divieto di sorpasso. Attraverso l’utilizzo della registrazione del filmato si potranno rilevare automaticamente diverse infrazioni. Sedici nuovi sorpassometri verranno impiegati insieme a quelli presenti attualmente, ad esempio, sull’Appennino e sulla A4.
Invece, tra le misure messe in campo da Autostrade, trova spazio anche il «Policemap», un sistema che verrà utilizzato per velocizzare le operazioni di rilievo dello scenario di incidente. Sarà a disposizione di 25 pattuglie della Polstrada ed entro l’anno verrà esteso all’intera rete di Autostrade per l’Italia. Per garantire un esodo all’insegna della tranquillità un ruolo chiave è giocato anche da un’informazione corretta. Sono stati intensificati i pannelli a messaggio variabile; per la prima volta quest’estate riporteranno i tempi di percorrenza per i principali itinerari delle vacanze con l’indicazione del tempo medio impiegato dai viaggiatori che hanno appena raggiunto le maggiori destinazioni. A disposizione degli utenti anche un nuovo numero a scatto unico (840.04.2121) del call-center viabilità che, per l’estate, raddoppierà le sue linee (da 60 a 120). È poi programmata l’estensione del servizio di informazione Isoradio (Fm 103.3) in orario notturno e con informazioni fornite anche in inglese. Infine è previsto un aumento del personale operativo su strada: 20% in più rispetto al 2004 e 50% in più rispetto al periodo pre-esodo.