Per Dow penale da 165 milioni se l’intesa fallisce

Nessun problema regolamentare per l’accordo da circa 5,6 miliardi di dollari raggiunto ieri da Rupert Murdoch e Dow Jones. È l’opinione comune degli analisti del settore: le autorità di vigilanza (sia quelle Antitrust, sia quelle della Federal Communication Commission, l’agenzia Usa che regola le telecomunicazioni) non avrebbero motivo di intervenire perché l’impero dei media del magnate australiano non è concentrato in un’area geografica specifica o in un unico settore. L’acquisizione dovrebbe essere completata entro il quarto trimestre, Dow Jones dovrà pagare una penale di 165 milioni di dollari se l’accordo dovesse fallire.