Draghi, domani l’esordio del governatore al Forex

È fissato per domani mattina al Centro congressi di Cagliari il debutto pubblico ufficiale di Mario Draghi come governatore della Banca d’Italia. L’occasione è offerta dal dodicesimo congresso del Forex che inizia oggi e nel frattempo sale l’attesa per conoscere il pensiero del banchiere centrale italiano in un momento così particolare per il mondo del credito e dell’economia. Anche se qualcosa del punto di vista dell’ex direttore generale del Tesoro è già filtrata, come la conferma dell’interesse delle banche straniere per gli istituti italiani, espressa al Cicr, e la bocciatura del dirigismo francese emerso con prepotenza con la fusione GdF-Suez in chiave anti Enel. Al modello di Parigi, ha detto Draghi lunedì a Washington al Brookings Institute, è da preferire quello più liberista e aperto di Londra e Berlino. Intanto è proprio su un dossier che arriva dalla Francia che dovrà pronunciarsi il governatore per il suo primo atto ufficiale di rilievo in Bankitalia: l’Opa di Bnp Paribas sulla Bnl.