Un drammone contro Bush con il pedante Robert Redford

LEONI PER AGNELLI.
Drammone politico inondato di chiacchiere, che pende spudoratamente dalla parte dei democratici contro il guerrafondaio Bush. Al centro della storia tre dialoghi interminabili da far venire il mal di testa, specie il penoso predicozzo moraleggiante del professor Robert Redford (che dirige se stesso) a uno studente. Meglio la cocciuta giornalista Meryl Streep e l’odioso senatore Tom Cruise. Ma si esce stravolti dalla noia.