Droga Apre a Sampierdarena l’associazione «San Patrignano»

L’associazione «Amici di San Patrignano» arriva a Genova per accogliere e seguire ragazzi tossicodipendenti fino al loro ingresso in comunità, sostenere le loro famiglie e aiutarli nuovamente al momento del loro reinserimento sociale, una volta terminato il programma di recupero dalla droga. Andrea Muccioli, attuale responsabile del centro antidroga riminese, ha inaugurato ieri la nuova sede dell'associazione, aperta a Sampierdarena in via Cassini (14/F, telefono: 0106435137) e gestita e organizzata da Daria e Manuela, ragazze che a San Patrignano si sono lasciate definitivamente alle spalle la tossicodipendenza. «Sono oltre 40 le associazioni che in tutta Italia collaborano con la nostra comunità e 500 dei 700 ragazzi che entrano ogni anno a Sanpa, seguono percorsi di preaccoglienza al loro interno - spiega Andrea Muccioli - L’obiettivo è quello di uscire e andare nelle scuole e in mezzo alla comunità per incontrare i ragazzi più giovani». In questi anni, 373 giovani del capoluogo sono stati accolti, 15 sono quelli attualmente in percorso. Mentre 250 ragazzi liguri hanno trovato a Rimini risposta ai loro problemi.