Droga Ecstasy ai rave party del Leonka De Corato: «E i giudici non intervengono»

Ci deve essere lo stesso trattamento per le discoteche dove circola droga che vengono chiuse e luoghi totalmente fuori legge dove si organizzano «rave party fai da te a base di alcol e consumo di sostanze stupefacenti». Di questo è convinto il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, che si è scagliato contro i centri sociali dopo che un ragazzo di 17 anni è entrato in coma dopo un rave. «È anomalo - osserva De Corato - che i giudici facciano le pulci al Comune sulle occupazioni abusive ma poi non intervengano per luoghi abusivi come il Leoncavallo dove si muore per droga. Mi chiedo se sia accettabile - ha aggiunto - che di fronte a questo dramma il centrosinistra milanese si chiuda in un silenzio assordante».