Droga dal Marocco, fra i trafficanti ex ispettore della narcotici

Una quarantina di militari della Guardia di Finanza e dei Carabinieri hanno condotto a termine ieri un'operazione antidroga in Liguria e in altre regioni del centro e nord Italia. Coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Genova, le indagini del nucleo di polizia tributaria, del Gruppo investigazione sulla criminalità organizzata e della sezione antidroga delle Fiamme Gialle, in collaborazione con i carabinieri di Livorno, hanno portato a 13 arresti, al sequestro di conti correnti e di patrimoni. L'operazione, denominata «Mechanix 5», ha preso di mira una presunta organizzazione criminale accusata di traffico internazionale di droga, in particolare hashish, proveniente dal Marocco e destinato ai mercati di Liguria, Toscana, Piemonte e Lombardia. Tra le persone colpite da ordinanze di custodia cautelare, ci sono anche un ex ispettore capo della narcotici e un agente della questura di Cuneo. Il carico più ingente di hashish - 487 chili - venne sequestrato a Genova a maggio, quando i finanzieri fermarono sull' autostrada, nei pressi dell' aeroporto, un furgone proveniente dalla Spagna.