Droga Medico spacciatore

Manette per il medico di bordo di una nave proveniente dal Marocco e attraccata al porto di Genova. L’arresto è stato effettuato dagli uomini della Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Genova, durante un controllo in materia di stupefacenti. Sulla tratta Tangeri-Genova, da anni una delle rotte più battute dai narcotrafficanti nordafricani, le Fiamme Gialle hanno intensificato i controlli. Nel caso in questione, i passeggeri provenienti dal Marocco, dopo l’attracco, erano in attesa delle verifiche doganali di rito su documenti e bagagli. Tra questi un uomo restava in disparte. Fermato per un controllo di routine, l’uomo, in evidente stato di agitazione, aveva subito dichiarato di essere il medico di bordo della nave. In un’apposita pancera celava ben due chili di stupefacente, mentre due cavigliere occultavano altri 2 chili in panetti.