Droga Nascondeva nei due trolley cocaina per 30 milioni di euro

Giovanissimo, sorridente e tranquillo, appena sbarcato dal volo proveniente da Caracas, sarebbe uscito dall’aeroporto confondendosi tra gli altri passeggeri. Ma nelle fasi di trasbordo dei bagagli, dall’aereo al nastro di riconsegna, uno dei due pesantissimi trolley di tela che aveva con sé è caduto in terra lacerandosi. Le Fiamme Gialle in servizio antidroga, che ogni giorno controllano migliaia di viaggiatori in arrivo nello scalo romano e le aree di smistamento dei bagagli hanno subito notato che all’interno della valigia c’erano soltanto panetti di cocaina. Stessa situazione anche nell’altro bagaglio che il ragazzo aveva con sé, per un totale di circa 60 chili di cocaina, suddivisi in cinquanta confezioni. G.R.M.G., diciannovenne di nazionalità venezuelana, è stato immediatamente rintracciato e fermato dai Finanzieri e dai funzionari doganali, all’interno dell’aerostazione. Secondo i primi accertamenti, dalla droga, risultata eccezionalmente pura, sarebbero state ricavate oltre 240mila dosi di cocaina da strada, per un valore di mercato di circa 30 milioni di euro. Al termine delle operazioni, il giovane venezuelano è stato arrestato con l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti e tradotto presso il carcere di Civitavecchia, a disposizione della locale Procura della Repubblica, che ora lavora per risalire ai responsabili del narcotraffico.