Droga nel liceo: quanta omertà

Ho letto con attenzione la lettera firmata da «una mamma come tante» riguardo al problema dello spaccio di droghe all'interno del Liceo Marconi-Delpino di Chiavari. Rispondo subito dicendo a questa signora che il suo appello non rimarrà inascoltato perchè mi sono già fatto carico di inoltrare la questione ai miei compagni di scuola, agli indirizzi Internet del Comitato Genitori e, a breve, per mezzo di lettera direttamente al Dirigente Scolastico chiedendogli chiarimenti in merito. Già lo scorso anno scolastico abbiamo avuto problemi riguardo la politicizzazione a senso unico, naturalmente a sinistra, degli insegnanti. Il problema si è poi positivamente risolto sia grazie alla mia presa di posizione a riguardo, sia grazie all'intervento dell'On. Mondello per mezzo di un'interrogazione parlamentare al ministro Moratti. Quest'anno ci troviamo ad affrontare una nuova e forse attesa emergenza. Molti sanno e non parlano, alcuni rivelano ma a bassa voce. Certamente all'interno del Liceo vi è una sorta di omertà riguardo al fattore droghe che lascia sgomenti. Per questo chiedo urgentemente l'intervento del Dirigente Scolastico in prima persona, del Comitato Genitori e del Collegio Docenti per risolvere al più presto questo grave problema che continua a persistere da tempo.
responsabile Alternativa
Studentesca Chiavari