Droga, spacciatore tradito dalla bolletta Furti e rapine: polizia fa 13 arresti

L'indirizzo del laboratorio della droga è stato scoperto grazie a una bolletta del telefono dello spacciatore: trovati 10 kg di hashish e cocaina. Fermato un marocchino per rapina in piazzale Susa e sgominata una banda di 9 stranieri specializzata in furti ai supermercati

Milano - I carabinieri hanno arrestato un uomo di 27 anni, di Cassano D’Adda, sequestrando 10 chili di droga. L’uomo è stato tradito da una bolletta telefonica, che indicava l’indirizzo del laboratorio della droga. I militari hanno tentato di fermare l’uomo durante un normale controllo stradale, che lui ha cercato di eludere. Da qui l’attenta perquisizione personale e della sua auto, che ha portato alla scoperta di 1.3 kg di hashish oltre a cocaina e contanti. Successivamente, dopo il ritrovamento della bolletta, i carabinieri hanno perquisito il laboratorio, dove hanno trovato il resto della cocaina e dell’hashish.

Ancora droga Tre arresti e quasi un chilo di cocaina sequestrata dagli agenti della squadra mobile nel corso di una serie di controlli antidroga eseguiti nella giornata di ieri. Due albanesi sono stati raggiunti dalla polizia negli appartamenti di via Maffucci e via Isimbardi. Il primo, 25 anni, era in possesso di 10 grammi di sostanza, il secondo, 32enne, è stato sorpreso con altri 137 grammi. Gli agenti hanno fatto scattare le manette anche per un cittadino della Guinea, pregiudicato di 32 anni, trovato ieri alle 19.30 in strada a Baranzate di Bollate con 726 grammi di cocaina.

Rapina fallita Tenta la rapina a un passante e scappa alla vista dei carabinieri. Fuga durata poche decine di metri per un rapinatore marocchino di 41 anni, che ieri ha provato a rapinare un 30enne italiano in piazzale Susa. L’uomo ha minacciato la vittima con una bottiglia, ma è scappato appena ha visto una pattuglia dei militari transitare in quella zona. Il marocchino è stato bloccato in corso Plebisciti, dove è entrato in colluttazione con un carabiniere rimasto ferito a una coscia. Il 41enne è stato arrestato per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Farmacia Rapina alla farmacia all’angolo tra viale Abruzzi e via Sansovino. Un uomo con il volto parzialmente coperto da un cappellino è entrato nel locale ieri alle 19.30 e ha minacciato il farmacista con un coltello. Il rapinatore è fuggito con il contenuto di due casse non ancora quantificato.

Supermercati È di nove arresti il bilancio di una serie di controlli messi a segno ieri dai carabinieri della Compagnia di Rho, alle porte di Milano, contro furti in supermercati e centri commerciali nei comuni di Rho, Bollate, Baranzate e Novate Milanese. In manette sono finiti tutti stranieri, responsabili a vario titolo di furto aggravato e immigrazione clandestina. Sei di loro, romeni e macedoni, quattro uomini e due donne, di età compresa tra i 20 e i 35 anni e domiciliati in vari campi nomadi dell’hinterland, hanno precedenti specifici. Tra indumenti, generi alimentari, superalcolici, cosmetici e materiale informatico, gli arrestati avevano rubato prodotti per un valore di circa 10mila euro. I militari li hanno bloccati mentre tentavano la fuga a bordo di un’auto. L’intero bottino è stato recuperato e restituito ai proprietari. Per altri tre stranieri, un marocchino, un senegalese e un algerino, rispettivamente di 25, 26 e 32 anni, le manette sono scattate perchè inottemperanti all’ordine di espulsione dei Questori di Varese, Milano e Catanzaro.