Drogato tampona e uccide una guardia giurata

Una guardia giurata che era in servizio, è morto la notte scorsa dopo
che la sua auto è stata investita da un'altra vettura guidata da un
giovane che, secondo i primi accertamenti, guidava sotto l'effetto di
bevande alcoliche e sostanze stupefacenti

Altamura (Bari) - Un uomo, una guardia giurata che era in servizio, è morto la notte scorsa dopo che la sua auto è stata investita da un'altra vettura guidata da un giovane che, secondo i primi accertamenti, guidava sotto l'effetto di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti. La vittima è Paolo Acquaviva, di 44 anni. L'investitore è Angelo Creanza, di 23 anni, che è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di omicidio colposo. Secondo una ricostruzione dell'accaduto fatta dagli investigatori, la notte scorsa, verso le 3, le due auto stavano percorrendo la statale 96 quando l'Audi 6 - guidata da Creanza - ha tamponato violentemente la 'Fiat Punto', di proprietà dell'istituto di vigilanza, guidata da Acquaviva che è morto sul colpo.

I carabinieri, intervenuti dopo una telefonata al 112, hanno accertato che Angelo Creanza, già noto alle forze dell'ordine, guidava ubriaco e sotto l'effetto di cocaina. Sul posto i militari hanno trovato la Fiat Punto con il corpo del vigilante e l'Audi condotta dal 23enne che è parso subito in evidente stato di ubriachezza. I carabinieri hanno accertato che a causare l'incidente era stata l'elevata velocità tenuta dall'Audi, che ha tamponato violentemente l'utilitaria. Sottoposto alla prova dell'etilometro, Creanza è risultato avere un tasso alcolemico ben 4 volte superiore al limite consentito. Altri prelievi hanno poi evidenziato la sua positività all'uso di cocaina. Il giovane è stato così portato in carcere con l'accusa di omicidio colposo aggravato.