Droulers: «In programma anche un’asta di 15 veterane»

«Tante le novità al Concorso d'Eleganza Villa d'Este. Istituito nel lontano 1929 accoglie 52 auto, selezionate tra oltre 300, molte costruite negli anni Sessanta. Quest'anno le auto d'epoca, sono affiancate da una collezione di moto, sintesi di tradizione e tecnologia innovativa. Inoltre si svolge un'asta di 15 veterane», afferma Jean-Marc Droulers (nella foto, a sinistra, mentre consegna la Coppa d'Oro a Jon Shirley, proprietario dell'Alfa Romeo 6C, 1750 GTC, 1931 al Concorso d'Eleganza 2009), presidente del Grand Hotel Villa d'Este. Droulers da 40 anni è l'artefice delle crescenti affermazioni che questo tempio della ospitalità ha ottenuto in tutto il mondo, soprattutto negli Stati Uniti e in Giappone. Nel 2008 la rivista americana Travel & Leisure l'ha nominato tra i migliori hotel in Europa e nel giugno 2009 Forbes l'ha posto al numero uno della graduatoria mondiale degli alberghi più esclusivi.
Rinato negli anni '90, grazie alla partecipazione del Gruppo Bmw, il Concorso ha conquistato sempre più spazio: le più belle auto d'epoca, giunte da tutto il mondo, sfilano davanti al lago per la gioia di tutti gli appassionati, prima nel Grand Hotel Villa d'Este e poi a Villa Erba, residenza storica della famiglia Visconti. Le auto d'epoca esposte sono veri gioielli, rappresentano lo stato dell'arte del miglior artigianato e del più innovativo design automobilistico. Seducenti sono esposte tra le aiuole fiorite all'ombra dei monumentali platani con più di 500 anni. L'unicità e la bellezza delle auto (Bmw, Alfa Romeo, Ferrari, Rolls Royce) la tradizione e la storia secolare di Villa d'Este, l'organizzazione rigorosa, hanno fatto crescere anno dopo anno l'interesse della stampa, delle televisioni e dei web.
Nei saloni di Villa d’Este si ammirano affascinanti opere d'arte tra le quali alcune di scuola francese, altre di allievi di Canova. Nel parco, il Ninfeo, la fontana dell'Ercole, il Tempietto. Sin dal 1873 l'intero complesso è stato destinato ad albergo.
Torniamo al Concorso d'Eleganza. Il pubblico ha un ruolo centrale, visto che il voto degli spettatori segna le sorti del premio più ambito all'interno del Concorso, ovvero la Coppa d'Oro Villa d'Este. Riservato alle concept e ai prototipi è stato istituito dal 2002, e si basa essenzialmente sulla modernità e l'innovazione del design soprattutto in un'ottica di produzione futura, un po' come facevano i carrozzieri degli anni '20 quando esponevano i loro modelli quasi pronti ad entrare in produzione.