Dsk, archiviato il caso Lui: "E' finito un incubo" E ora tornerà in politica?

Tutti i capi di accusa contro l’ex direttore del Fmi Dominique Strauss Kahn, accusato di stupro, sono stati archiviati. Nel frattempo in Francia continua il dibattito: Strauss-Khan riuscirà a correre per le presidenziali?

New York - Oggi per Strauss-Khan è il giorno del giudizio.  Tutti i capi di accusa contro l’ex direttore del Fmi Dominique Strauss Kahn, accusato di stupro, sono stati archiviati. "Sono impaziente di tornare a casa e a una vita normale", ha dichiarato Dsk. "Questi ultimi mesi - scrive Strauss-Kahn - sono stati un incubo per me e la mia famiglia. Ringrazio tutti gli amici in Francia e negli Stati Uniti che hanno creduto nella mia innocenza".

L'economista e politico francese, 62 anni, era stato arrestato lo scorso 14 maggio dopo che Nafissatou Diallo, una cameriera originaria della Guinea dell’albergo Sofitel di New York, lo aveva accusato di stupro. I documenti per l’archiviazione sono stati presentati alla corte suprema di Manhattan che si esprimerà oggi. "La natura e il numero di falsità dette dalla querelante impediscono di dare credito alla sua versione dei fatti - scrive la procura nei documenti presentati - se noi non riusciamo a crederle, non possiamo pretendere che lo faccia una giuria". Dopo un breve incontro con i procuratori, l’avvocato della cameriera 32enne, Kenneth Thompson, non ha lesinato attacchi contro Cyrus Vance: "ha negato il diritto di questa donna di avere giustizia. Non ha solo voltato le spalle a questa vittima, ma ha ignorato prove forensi, mediche e fisiche". Ai giornalisti presenti fuori dall’ufficio del procuratore, Thompson ha detto che "l’incontro è durato appena 30 secondi". Gli avvocati di Strauss-Kahn, William Taylor e Benjamin Brafman, in un comunicato hanno ringraziato l’ufficio del procuratore distrettuale "per aver prestato ascolto alle istanze e per aver concluso che non si può procedere", precisando di avere "sempre sostenuto l’innocenza del cliente". Ma il caso non finisce esclusivamente con la vicenda giudiziaria. L'ex direttore dell'Fmi è ormai escluso, almeno tecnicamente, dalle primarie socialiste per la corsa all'Eliseo, ma sono in molti a scommettere che, in caso di archiviazione, potrebbe tornare in lizza. La partita per Dsk potrebbe essere ancora aperta e, a giudicare dei sondaggi d'Oltralpe, anche in discesa.