Dubai, black out fumo: vietato comprare e vendere sigarette

Bloccata la vendita in tutti i rivenditori, nelle maggiori catene di supermercati e nelle aree di servizio, e vietati anche i «narghile» in caffè e ristoranti in occasione della Giornata mondiale contro il tabacco.

Black-out fumo a Dubai in occasione della Giornata mondiale contro il tabacco. Non solo nell'emirato è vietato fumare, ma anche vendere o comprare sigarette. Bloccata la vendita in tutti i rivenditori, nelle maggiori catene di supermercati e nelle aree di servizio, e vietati anche i «narghile» - le tradizionali pipe ad acqua con tabacco aromatizzato, caratteristica dei paesi arabi - in caffè e ristoranti. Negli Emirati Arabi Uniti il cambio di rotta verso il consumo di tabacco è avvenuto nel 2009 con una legge anti-fumo estensiva, articolata e che prevede sanzioni altissime per i trasgressori. Oltre al divieto di fumo in luoghi pubblici, anche quello in auto private se a bordo c'è un bambino al di sotto dei 12 anni, la vendita di dolciumi che ricordino nella forma prodotti legati al tabacco e la presenza di rivenditori automatici di sigarette.