Dubai, quattro anni a un italiano: aveva con sé 0,01 grammi di hashish

Un
giovane turista italiano, arrestato all’aeroporto di Dubai perché trovato in possesso di
hashish, è stato condannato a quattro anni di reclusione. L’italiano, 24 anni, è
stato riconosciuto colpevole di "possesso illegale di droga per uso personale"

Dubai City - Un giovane turista italiano, arrestato all’aeroporto di Dubai perchè trovato in possesso di 0,01 grammi di hashish, è stato condannato a quattro anni di reclusione. Lo ha scritto un quotidiano locale. L’italiano, che ha 24 anni e del quale sono state diffuse soltanto le iniziali (A.D.), è stato riconosciuto colpevole di «possesso illegale di droga per uso personale», secondo il quotidiano Gulf News. Il Tribunale di primo grado di Dubai lo ha condannato la settimana scorsa a quattro anni di prigione e all’espulsione, una volta scontata la pena. L’imputato, che può inoltrare appello, ha affermato dinanzi al giudice di aver dimenticato questa piccola quantità di droga nella tasca interna della sua giacca prima di raggiungere gli Emirati Arabi Uniti. Dubai è un centro di affari in piena espansione e una destinazione turistica per milioni di persone, in particolare occidentali. Negli Emirati, la legge prevede la pena capitale per i trafficanti di droga.