Il Duca Lamberti

Giorgio Scerbanenco (1911 - 1969), nato a Kiev si trasferì quasi subito in Italia, prima a Roma e poi a Milano. Pubblicò con i più grandi editori: con Mondadori negli anni Quaranta il ciclo giallo dedicato ad Arthur Jelling; con Rizzoli negli anni Cinquanta e Sessanta i romanzi rosa; e con Garzanti negli anni Sessanta il ciclo di romanzi neri, le sue opere più famose e quelle per cui ancora oggi viene ricordato tra i migliori giallisti italiani: Venere privata (1966), Traditori di tutti (1966), I ragazzi del massacro (1968) e I milanesi ammazzano al sabato (1969), ossia le opere con protagonista Duca Lamberti, un medico radiato dall’Ordine per avere praticato l’eutanasia e che finisce per collaborare con la polizia.