Al Ducale incontri in bilico fra neuroscienze e religioni

Continuano al Ducale gli appuntamenti dedicati da una parte alle neuroscienze, e dall’altra alla creazione e le origini del mondo, entrambi argomenti di grande fascino e presa sul pubblico. Le neuroscienze stanno vivendo un momento di grande espansione. Grazie ai progressi nelle tecniche di visualizzazione dell'attività neurale del cervello e ad alcune scoperte inaspettate, si propongono come scienza dell'uomo nel suo complesso, avanzando ipotesi e spiegazioni anche per altre attività umane, dall’economia all’arte, dall’etica alla filosofia, alla musica. Domani alle 17.45 si parlerà di «Oltre i neuroni. Ai confini delle neuroscienze». La mente? Più ampia del cielo e dei neuroni? Come l'ambiente e le nostre azioni diventano la nostra mente con Kevin O'Regan (Laboratoire Psychologie de la Perception, Institut Descartes de Neurosciences et Cognition, Parigi). Oggi invece si rinnova l’appuntamento con «La creazione e le origini del mond», per cercare di rispondere alla domanda «Da dove veniamo?». Oggi alle 17.45 si parla di nduismo» con Stefano Piano, Indologo e storico delle religioni, professore emerito di Indologia, Università di Torino.