Il Ducale porta in tavola la cucina mediterranea per le «Lezioni di Storia»

Torna domani sera, al Ducale, un nuovo appuntamento della rassegna «Lezioni di Storia. Noi e gli antichi» promosso dalla Fondazione Garrone su un’idea degli Editori Laterza. E questa volta ci si interrogherà su «Quanto è antica la cucina mediterranea», con Massimo Montanari, docente di Storia medievale e Storia dell’alimentazione all’Università di Bologna. Anche questo sesto appuntamento sarà introdotto da Laura Sicignano, regista e direttrice del Teatro Cargo. «Dieta mediterranea» è un concetto che troppo spesso si utilizza al di fuori da qualsiasi coordinata spaziale e temporale, quasi che il «Mediterraneo» fosse un’entità geografica e culturale unitaria e immobile, che non avesse conosciuto nel tempo e nello spazio, identità diverse e fortemente differenziate. Al contrario nulla come il cibo si presta a ogni sorta di invenzioni, incroci e contaminazioni e niente come il cibi è estremamente sensibile ai mutamenti, all’imitazione, alle influenze esterne. Bisogna quindi ripercorrere le vicende storiche del Mediterraneo - vero bacino di amalgama di civiltà e di modi di vita - e dei suoi modelli alimentari per comprendere come essi siani frutto di continui adattamenti e modifiche che non consentono di riportare l’idea di dieta mediterranea a una antichità generica e indifferenziata, sostanzialmente fuori dalla storia e quasi metafisica. Così come oggi siamo soliti usarla, questa pare piuttosto da intendersi come frutto della cultura contemporanea. Ingresso libero fino a esaurimento posti.