Ducati, dal "Cucciolo" alla "Desmosedici"

Una lunga storia di successi per la "rossa" a due ruote di Borgo Panigale. La prima vittoria in un gp iridato risale al 1956 con una monocilindrica 125

Motegi - Altro che Desmosedici GP07 di Loris Capirossi e Casey Stoner: la prima due ruote prodotta dalla Ducati era praticamente una bicicletta a motore, chiamata 'Cucciolo'. Eppure con questo piccolo ed economico veicolo l'azienda di Borgo Panigale conobbe un discreto successo commerciale e anche sportivo conquistando diversi record mondiali di velocità. Dodici i soli primati ottenuti dalla versione spinta dal propulsore 2T di 50cc.

La prima vittoria iridata di una Ducati in un Gp risale al 1956, nella classe 125, quando Gianni Degli Antoni si aggiudicò una corsa non titolata in Svezia. Con la stessa monocilindrica 125 due tempi, Sandro Artusi collezionò i primi punti iridati a Monza. Risale alla stagione 1958 la prima vittoria: con Alberto Gandossi, nel Gp del Belgio, sempre ottavo di litro. Due stagioni più tardi la Ducati racimolò i primi risultati anche quarto di litro col britannico Mike Hailwood. Un altro illustre suddito di sua Maestà, l'inglese, Phil Read, portò la prima Ducati a punti nella classe 500 nel Gp delle Nazioni disputato all'autodromo di Monza nel '71.

Ormai marchio di successo, la Ducati conobbe meritato splendore nella prima meta' degli anni '70, periodo nel quale si affermo' con Paul Smart nella 200 Miglia di Imola con una 750 bicilindrica per poi vincere altre prestigiose competizioni internazionali. Un nuovo e più sostanzioso capitolo della storia sportiva della Ducati si apre nel 1990, con la conquista del primo mondiale della categoria Superbike con Raymond Roche e la rossa 888. Titolo che l'azienda italiana replica anche nelle due stagioni seguenti con il pilota statunitense Doug Polen.

La serie positiva prosegue nel '94 e nel '95, col nuovo modello 916 pilotato dal britannico Carl Fogarty, e con l'australiano Troy Corser nel '96. Ducati e' nuovamente iridata nella Superbike nel '98 e '99, sempre con Fogarty, e nel 2001 con l'australiano Troy Bayliss. I titoli salgono a quota dodici con quelli vinti da Neil Hodgson (2003), James Toseland (2004) e Troy Bayliss (2006). Prima di Casey Stoner, vincitore di otto Gp stagionali sinora quest'anno, il pilota più vittorioso della Ducati nel Motomondiale è stato Loris Capirossi che, oltre allo storico successo del 2003, s'é aggiudicato due gare iridate nel 2005 e tre la scorso anno. A Motegi è arrivato il primo titolo iridato piloti con Stoner ma alla rossa bolognese mancano solo pochi punti per fare il bis col mondiale costruttori.