DUE ANNI DI INCIDENTI

La tragedia del Boeing 737-300 cipriota è il quarto incidente aereo grave del 2005. Ecco un riepilogo degli incidenti aerei degli ultimi due anni.
8 gennaio 2003 Un aereo Rj 100 della Turkish Airlines, in volo da Istanbul a Diyarbakir con 80 persone a bordo, precipita poco prima dell'atterraggio. I morti sono 75.
19 febbario 2003 In Iran, un Ilyushin appartenente alle forze aeree dei pasdaran, precipita, forse a causa del maltempo, mentre è in volo tra Zahedan e Kerman. 276 morti.
6 marzo 2003 Un Boeing 737 della compagnia di bandiera Air Algerie si schianta al suolo poco dopo il decollo dall'aeroporto di Tamanrasset, nel Sahara algerino. Muoiono 102 persone.
9 maggio 2003 In Congo, per l'apertura accidentale in volo del portellone posteriore di un Ilyushin 76 da trasporto, 160 persone vengono risucchiate fuori. I superstiti sono 40.
8 luglio 2003 Un Boeing 737 della Sudan Airways in volo da Port Sudan (sul Mar Rosso) a Khartum precipita poco dopo il decollo: 115 morti. Unico superstite un bimbo di tre anni.
25 dicembre 2003 Un Boeing 727 della compagnia charter libanese Uta, diretto a Beirut, precipita nell'oceano Atlantico. Nell'incidente muoiono 130 persone, 21 i superstiti.
3 gennaio 2004 Un Boeing della compagnia egiziana Flash Air cade nel mar Rosso poco dopo il decollo da Sharm El Sheikh. Il bilancio è di 148 morti.
13 gennaio 2004 Un Antonov 24 precipita vicino a Tashkent in Uzbekistan . Morte le 37 persone a bordo.
10 febbraio 2004 Un turboelica Fokker 50 della compagnia iraniana Kish Airways si schianta all’atterraggio nell'aeroporto internazionale di Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti: 43 morti, due sopravvissuti.
30 novembre 2004 Un aereo MD-82 della Lion Air proveniente da Giakarta, non riesce a fermare la sua corsa sulla pista dell'aeroporto dell'isola indonesiana di Giava e finisce la sua corsa in un cimitero: 31 morti
2 febbraio 2005 Un aereo di una compagnia privata afghana, la Kam Air, precipita durante un tempesta di neve vicino a Kabul uccidendo le 104 persone che erano a bordo, tra cui tre italiani.
16 marzo 2005 Un Antonov-24 è divorato dalle fiamme dopo un atterraggio d'emergenza nella tundra a cinque chilometri dallo scalo di arrivo, Varandei, in riva al Mare di Barents: 29 morti, 24 le persone salve.
6 agosto 2005 Un Atr 72 della Tunint Air, proveniente da Bari e diretto a Djerba, con a bordo tutti passeggeri taliani, ammara tragicamente a largo di Capo Gallo, costa occidentale della Sicilia, Bilancio: 13 morti, 3 dispersi, 23 passeggeri salvi.