Dopo due anni di silenziola Pausini torna con "Inedito"

Dopo due anni di silenzio e tranquillità, Laura Pasini torna con "Inedito", album che sarà pubblicato domani nel fatidico 11.11.2011 per l’Atlantic Warner Music. La cantante: "Non smetterò mai di cantare"

Il ritorno dopo la normalità. Una normalità durata due anni e fatta di odori casalinghi, tranquillità e silenzia. Adesso, Laura Pausini torna alla ribalta. Con "Inedito", l’album che sarà pubblicato domani nel fatidico 11.11.2011 per l’Atlantic Warner Music.

"La maniera con la quale ho scritto insieme ai miei autori è stata un cammino diverso da quello conosciuto fino ad oggi - ha spiegato la cantante - Ho lavorato circondata dal silenzio, dalla semplicità, cose che non facevano più parte della mia vita. E anche queste canzoni, come sempre, sono una fotocopia della mia vita".

A partire da "Non ho mai smesso", secondo singolo estratto che l’artista ha presentato alle 13.30 con un flah mob in piazza Duomo, che trasuda l’ineluttabilità del destino di cantante: brano d’amore destinato alla propria arte, nonché proprio lavoro, in cui la Pausini canta l’impossibilità di essere troppo lontana dalla musica: "Non ce la facevo più - ha detto -, se non mi trovo sul palco a cantare non mi sento pienamente soddisfatta. Non mi ero mai fermata da 17 anni, sono riuscita a provare emozioni immense che non avrei mai immaginato di provare, anche perché io da piccola non sognavo di fare la cantante, ma di fare piano-bar. Quando ero più piccola ero molto più timida e insicura. Oggi ci sono ancora dentro molte paure e incertezze, ma anche una certezza: io sono una cantante e non smetterò mai di cantare".

Torna per seguire un destino, dunque, smentendo le voci che avevano legato questa sua pausa con la volontà di diventare mamma, al punto che molti pensavano che lo stesse per diventare veramente: "Mi credevano incinta - ha raccontato -, ma ho solo mangiato di brutto. Non ho una pressione così forte: vivo serenamente, avere dei figli non è una mia priorità, né lo è sposarmi".

Pausini ha firmato quasi tutti i testi del nuovo disco, per la gran parte dei quali affiancata da Niccolò Agliardi, ma ha pure aperto la porta a ospiti illustri tra le righe o tra le note: da Niccolò Fabi a Silvia, passando per Fossati e finendo con Gianna Nannini, che compare in quella che la Pausini bolla come la canzone "più tamarra".

All’uscita dell’album, in contemporanea in tutti i Paesi del mondo, seguirà l’Inedito world tour (organizzato e prodotto da F&P Group, con Eni e Nintendo come patner, l’uno per l’anteprima di Milano e Roma, l’altro per le date italiane): partenza da Milano il 22 dicembre e un anno di autentica traversata mondiale. Laura Pausini si esibirà, infatti, su oltre 100 palcoscenici tra Italia, Europa e Sud America; una seconda parte riguarderà poi gli Stati Uniti. E per la prima volta, la Pausini avrà un corpo di ballo composto da sei ballerini, con le coreografie di Nokos Lagousakos.