Due barche a vela lungo le coste italiane per sostenere le donazioni trasfusionali

Sono 462.369 i membri della Federazione Associazioni donatori di sangue (Fidas) che hanno contribuito al raggiungimento del fabbisogno italiano di sangue ed emocomponenti con 425.003 unità, assicurando la riuscita dei 9mila eventi trasfusionali quotidiani. Ora in Italia occorre coinvolgere i giovani che dovranno garantire anche in futuro ottimi risultati.
Parte oggi contestualmente da Imperia e da Trieste, la 1° edizione del Fidas Coast to Coast.Due barche a vela abbracceranno la Penisola attraverso percorsi paralleli per incontrarsi a Reggio Calabria il 27 luglio in occasione della VII edizione della Traversata della Solidarietà.
Vengono toccati 41 porti in 14 regioni italiane. Con un unico obiettivo: attirare l'attenzione sulla donazione del sangue, in particolare nel periodo estivo caratterizzato da momenti di criticità, diffondendo la cultura del dono volontario, anonimo, gratuito e associato.
Molti attori e sportivi sostengono questa iniziativa: dalla judoka Rosalba Forciniti, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra, a Stefano Scarpa, talentuoso vincitore di Italia's Got Talent, da Gabriele Cirilli a Maria Grazia Cucinotta. In ogni tappa alcuni di loro si uniranno al coro dei donatori Fidas e ai tanti giovani presenti.
L'iniziativa ha ottenuto il sostegno della Guardia Costiera e il patrocinio della Lega Navale, del Centro Nazionale Sangue, della Società italiana medicina trasfusionale ed immunoematologia e dell'Associazione nazionale comuni italiani. Attraverso il sito fidas.it si potranno seguire in tempo reale i percorsi delle due imbarcazioni. Le videocamere della Facoltà di Scienze della comunicazione dell'università pontificia salesiana di Roma riprenderanno le iniziative lungo lo stivale.