Due beati proclamati in Duomo

Non era mai successo finora. Benedetto XVI ha deciso che, per la prima volta nella storia, una cerimonia di beatificazione si svolga nel Duomo di Milano. A salire il prossimo 30 aprile all'onore degli altari saranno due sacerdoti ambrosiani, monsignor Luigi Biraghi e don Luigi Monza, e la celebrazione sarà presieduta dal cardinale Dionigi Tettamanzi alla presenza del legato pontificio José Saraiva Martins. La decisione di Benedetto XVI di proclamare i beati nelle rispettive diocesi «sottolinea il loro essere figli di una Chiesa locale» spiega la diocesi.
Monsignor Biraghi contribuì con i suoi studi al ritrovamento del corpo di Sant'Ambrogio e dei suoi compagni e, ricorda il Tettamanzi, «fu per 30 anni appassionato educatore dei seminaristi e per 25 anni dottore della Biblioteca ambrosiana». Fondò con Marina Videmari l'Istituto delle Suore Marcelline per la formazione culturale e spirituale della ragazze.
Don Luigi Monza, coadiutore a Vedano e Saronno e poi parroco a San Giovanni di Lecco, dove morì nel 1954, fece invece «esperienza delle due guerre mondiali e della persecuzione che la Chiesa subì da parte dei diversi totalitarismi». Fondò l'Istituto secolare delle Piccole Apostole della carità, «dedicandosi in modo speciale ai piccoli disabili» in America Latina, Africa e in Cina.