Le due bionde spumeggianti finiscono sul web

Ferruccio Repetti

Storia di bionde spumeggianti (una è la birra bulgara, l’altra la barista in reggiseno e-il-resto-te-lo-sogni, del Baby number one di Savona) che finiscono entrambe, via internet, in Europa. Parte tutto da un articolo uscito su queste pagine, che racconta, forse ricordate, di un manifesto con l’immagine di prorompente vitalità di Antonella, 35 anni, albisolese e autentica reclame di Madre Natura. È vero che, accanto al busto - e che busto! - della donna i fotografi hanno piazzato una bottiglia di bionda Boliarka, così, tanto per sponsorizzare. Ma chi la vede, la bottiglia? Tutti gli occhi, compresi quelli degli automobilisti di passaggio, si girano dall’altra parte, dove troneggia il busto della novella Frine. La storia finisce nel gran calderone del web, in un amen viene letta in Bulgaria, e un giornalista - Milen Petrov, «24 hours daily», International News Department - se ne innamora (della storia, cosa avete capito?). Detto fatto: ci telefona in redazione, cortesissimo, spiega che vuole mettersi in contatto con Antonella, invitarla a Sofia, ringraziarla in qualche modo per aver fatto una così bella pubblicità alla birra Boliarka, quella che - dice lui - se la bevi non te la scordi più.
«Oddio - obietta qualcuno che se ne intende -: ’sta bionda non te la scordi più, anche se non la bevi. Basta che guardi il manifesto». E vai: Milen e Antonella, li mettiamo in contatto. Peccato che Milen parli solo il bulgaro e l’inglese, e con Antonella il dialogo telefonico si limiti a qualche botta di «ciao, maccheroni, trofie e mandolino». Alla fine, comunque, in qualche modo si capiscono: lei promette che lo raggiungerà in Bulgaria, anche per ringraziare a sua volta del pienone che ha invaso il suo Baby bar. Insomma: loro sembrano convinti che sia tutto merito della Boliarka.
Ma allora com’è che Milen ha già prenotato il miglior fotografo di Sofia, e Antonella ha promesso «qualcosa di ancora più incisivo»?. Mah. Noi seguiremo gli sviluppi. Naturalmente, con gli occhi bene aperti.