La Due Cavalli fa la storia

Andrà in scena questa sera all’Arena del mare, lo spettacolo «Generazione Due Cavalli», il racconto teatrale di Marco Ferrari che prende le mosse dal suo romanzo «Alla rivoluzione sulla Due Cavalli», e dall’omonimo film, vincitore al Festival di Locarno nel 2001. Interpretato da Antonio Salines, protagonista e regista, lo spettacolo rievoca l’epoca della contestazione, dei pugni in tasca e dei pugni al cielo, nell’anno in cui si celebra il quarantennale del Sessantotto e il sessantennale della nascita della piccola vettura collaudata per trasportare i contadini francesi e diventata capofila di ogni manifestazione di protesta. L’atmosfera è quella della ricostruzione di una vicenda generazionale: il viaggio iniziatico, viaggio picaresco, viaggio rivelatore. La Due Cavalli è ancora il luogo dove il protagonista amplifica i sogni e le visioni. Ma nonostante i paesaggi immaginari che attraversa, l’auto, come la storia, è irrimediabilmente ferma. Così, spinto dalla ragazza - Cristina Sarti - il protagonista decide di rianimarla. Con l’aiuto di un provetto meccanico, pezzo per pezzo la Due Cavalli ritrova l’anima e riparte: riuscirà a ritrovare una manifestazione o una rivoluzione che voglia ospitarla? La colonna sonora dello spettacolo, a cura dell’americano Danny Crews, ricrea il clima musicale degli anni della contestazione: dai Procul Harum a Thunderclap Newman, da Bob Dylan a Gilbert O’Sullivan.