Due collaboratori di Fassino al costo di 13 parlamentari

Il sindaco di Torino Piero Fassino (nella foto) non sente aria di crisi, anzi. Con due scelte «discrezionali», ha incamerato nel suo staff il city manager Cesare Vaciago (detentore di «segreti olimpici») e l’addetto stampa Giovanni Giovannetti. Sommando le retribuzioni dei due si arriva a 64mila euro mensili, pari all’indennità di 13 parlamentari, come denuncia l’ onorevole Agostino Ghiglia, vice coordinatore regionale Pdl. Che ha suggerito a Fassino di imporre ai dirigenti del Comune una retribuzione massima pari all’indennità dei parlamentari. Ma il segaligno sindaco non pare troppo convinto di tirare la cinghia. Con gli amici meglio essere generosi...