«Due direttori generali sul libro paga dell’Asp»

«Ancora una volta la sanità del Lazio sperpera i suoi fondi, è di oggi (ieri) la notizia che il direttore generale degli istituti fisiologici ospedalieri Ifo (Regina Elena e San Gallicano) lascerà il suo incarico e sarà trasferito all’Asp dal 2 aprile mantenendo lo stesso stipendio e appannaggio di direttore generale di azienda all’Asp dove c’è già un direttore generale». Lo dichiara Domenico Gramazio, componente del cda dell’Asp. «In questo modo - prosegue - l’agenzia di sanità pubblica della Regione Lazio, pagherà da oggi due stipendi di direttore generale, uno per il direttore in carica che è Claudio Clini, l’altro per Marino Nonis già direttore generale dell’Ifo, trasferito presso la struttura dell’Asp per garantirgli lo stesso stipendio che aveva nelle sue funzioni di direttore generale».