Due dubbi per l’Italvolley Cernic e l’ultimo centrale

Saranno sciolti oggi gli ultimi due dubbi per l’Italia del volley che domani vola a Mosca e giovedì comincia l’europeo da detentrice del titolo. Il ct Gian Paolo Montali, che ieri ha radunato gli azzurri a Varese, deve capire se Matej Cernic (vittima di una lesione al tendine di un ginocchio) potrà farcela. Ma il goriziano verrà quasi certamente sostituito dalla 20enne promessa Martino, che completerà un pacchetto di schiacciatori composto da Cisolla, Savani e Paparoni. Assegnate le altre maglie (Vermiglio e Mattera palleggiatori, Fei e Perazzolo opposti, Farina libero), Montali sceglierà l’ultimo centrale fra Sala e Semenzato, che si uniranno a Mastrangelo e Tencati. L’Italia debutta giovedì contro la Finlandia del ct torinese Mauro Berruto, sabato c’è la Croazia, domenica il big match con la Bulgaria, bronzo al mondiale 2006. Sedici le nazionali iscritte all’europeo, quattro i gironi fra Mosca e San Pietroburgo, le prime tre di ciascun girone accedono alla 2ª fase, dove contenderemo i due posti per le semifinali alla Russia padrona di casa e alla Polonia vice iridata, favorite della pool B. Dall’altro lato del tabellone, che comprende la Spagna allenata dall’ex- giocatore e ct azzurro Andrea Anastasi, la lotta sarà tra Serbia, Francia e Germania.Le prime due dell’europeo andranno alla coppa del mondo che in novembre assegnerà tre posti per Pechino 2008. Per le altre, torneo continentale in gennaio ma con un solo posto in palio. Sono 7 (oltre al ct) gli azzurri già in squadra quando vincemmo l’europeo 2005 a Roma. \