Due giorni di ciliegie, fieno, rose e baccalà

Stagione di fieno, ciliegie e sagre. E la Liguria si adegua. Tra gli appuntamenti popolari di questo fine settimana, spicca domani la «gara della fienagione» organizzata dalla Società operaia cattolica «San Bartolomeo» a Cravasco di Campomorone. Messa rurale alle 9 e poi via a colpi di falce per contendersi il titolo di migliore mietitore della vallata, titolo ambitissimo da ormai sedici anni, perché tante sono le edizioni che può vantare questa gara che attirerà oggi a Cravasco molti appassionati e qualche curioso.
Tra le alternative, sempre domani, l’Alta Valle Scrivia propone una giornata a base di rose. Partenza da piazza Manin alle 9,28, primo tratto fino a Casella in trenino, poi in autobus fino a Busalla per il pranzo a base di rose e visita al mercatino delle Rose. Ritorno a Genova per le 19.
Tutto culinario è invece il week end offerto dal levante genovese. A San Bernardo di Bogliasco è in programma la sagra dello stoccafisso, mentre a Capreno di Sori la stagone propone ciliegie per tutti. Ma a Sori, si sa, non possono mancare le tradizionali focaccette, e allora la sagra si sdoppia almeno nella denominazione e nella proposta del suo piatto forte.