Due giorni a dibattere su Castello

Svelare l’arte del pittore genovese Valerio Castello, protagonista del Barocco italiano, con un dibattito pubblico tra grandi esperti: è lo scopo della due giorni di studi organizzata, oggi a Palazzo Reale e domani presso la Facoltà di Lettere di Genova, nell’ambito della mostra «Valerio Castello 1624-1659. Genio Moderno». L’evento sarà inaugurato, alle 9, nella sala da ballo del museo di Palazzo Reale, dal sindaco Marta Vincenzi, il rettore dell’Università Gaetano Bignardi e il preside della Facoltà di Lettere Michele Marsonet. La prima giornata sarà presieduta da Ezia Gavazza, studiosa di fama internazionale e pioneristica indagatrice del Seicento genovese. Seguiranno i contributi degli esperti per far luce sull’inserimento del pittore nel circuito dei grandi «quadraturisti» bolognesi e sul suo rapporto con l’arte milanese. La seconda giornata, presieduta da Luca Leoncini, direttore del Museo di Palazzo Reale, sarà dedicata ai restauri su tele e affreschi del pittore. Il dibattito si chiuderà domani pomeriggio con una visita guidata al secondo piano di Palazzo Balbi Senarega, che conserva il ciclo di affreschi dipinto da Castello su commissione di Francesco Maria Balbi. Dal febbraio scorso, la mostra dedicata a Castello ha raggiunto 13.000 visitatori. Resterà aperta fino al 15 giugno.